Joom!Fish config error: Default language is inactive!
 
Please check configuration, try to use first active language


Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home2/octav/public_html/studioforenix/plugins/system/jfrouter.php:302) in /home2/octav/public_html/studioforenix/plugins/system/jfrouter.php on line 317

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home2/octav/public_html/studioforenix/plugins/system/jfrouter.php:302) in /home2/octav/public_html/studioforenix/plugins/system/jfrouter.php on line 318

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home2/octav/public_html/studioforenix/plugins/system/jfrouter.php:302) in /home2/octav/public_html/studioforenix/plugins/system/jfrouter.php on line 319
ANDORRA
image1 image2 image3 image4 image5 image6 image7 image8

Social Networking

twitter-corsi-di-lingua-padova-traduzioni-interpretariato

agenzia traduzioni padova corsi di lingue studio-forenix-traduzioni-padova-corsi-di-lingue-google-plus

Termini e condizioni

ANDORRA

traduzioni AndorraAndorra è uno dei sei micro-stati in Europa e di questi è certamente il più esteso. Si trova nella regione dei Pirenei, al confine tra Spagna e Francia ed ufficialmente è un principato, retto da due co-regnanti (insieme a San Marino sono gli unici due casi al mondo di stati retti da due governanti): il vescovo della diocesi spagnola di Urgell ed il presidente della repubblica francese.

La creazione di questo stato si fa solitamente risalire all’epoca in cui Carlo Magno concesse autonomia alla regione in cambio del loro appoggio contro i mori. La Signoria di questo territorio, quindi, da quel momento sarebbe passata al conte di Urgell e in seguito al vescovo del luogo. Nell’XI secolo, però, sorse una disputa tra il vescovo spagnolo ed il suo vicino francese su chi avesse la competenza sul territorio che sarebbe poi diventato lo stato di Andorra, che si risolse con la firma di un accordo che sanciva che la sovranità sul territorio spettava tanto al Conte di Foix (francese) che al vescovo di Urgell (spagnolo). Questo accordo firmato nel 1278 ha dato forma al principato di Andorra e la situazione è rimasta pressoché invariata fino ai giorni nostri.

La costituzione, approvata nel 1993, ha modernizzato il sistema politico e ha limitato i poteri dei due co-reggenti essenzialmente soltanto ad atti protocollari, conferendo le redini del governo del piccolo paese al primo ministro.

Lingue parlate in Andorra

legalizzazioni AndorraL’unica lingua ufficiale del principato di Andorra è il catalano e si tratta dell’unico paese al mondo in cui questa lingua sia la sola lingua ufficiale. Oltre ad Andorra, il catalano viene parlato anche in Catalogna, nella regione di Valencia (dove viene chiamato valencià), nelle Isole Baleari (dove viene chiamato mallorquin), nella regione francese del Rossiglione e nel comune italiano di Alghero.

Il catalano è una lingua neoromanza, ovvero una lingua derivata dal latino al pari dell’italiano, del francese e dello spagnolo per esempio. Nonostante durante il periodo della dittatura franchista l’uso del catalano sia stato proibito in Spagna e propagandato come variante dialettale dello spagnolo, questa è un’affermazione errata, in quanto le lingue più affini al catalano sono l’occitano, l’italiano e la lingua d’Oil o francese antico.

Il catalano ha una lunga e ricca tradizione letteraria, iniziata nel XII secolo e che ha raggiunto i massimi vertici con Ramon Llull, contemporaneo di Dante, e con Tirant il Bianco che ha scritto quello che viene considerato il primo romanzo moderno.

Oltre al catalano, viene spesso usato anche l'inglese; Studio Forenix organizza corsi individuali, collettivi o aziendali di lingua inglese tenuti da qualificati insegnanti madrelingua, in grado di insegnarvi tutte le regole della lingua e la giusta pronuncia.

Traduzioni ufficiali documenti dell'Andorra per l’uso in Italia

Qualora abbiate bisogno di utilizzare in Italia dei documenti emessi all’interno del principato di Andorra, occorre prima procedere con la loro validazione, ovvero occorre percorrere tutto l’iter burocratico per far sì che i documenti emessi all’estero siano validi anche all’interno del nostro paese.

Nel caso del principato di Andorra, dal momento che rientra nell’elenco dei paesi che hanno ratificato la Convenzione dell’Aia, è sufficiente richiedere l’apostillazione del documento: in altre parole, occorre recarsi presso l’autorità competente e richiedere che sul documento venga apposto uno speciale timbro chiamato proprio apostilla, che di fatto rende valido il documento anche all’estero.

Una volta che l’originale è stato apostillato, prima di poter essere utilizzato in Italia è però necessario che venga anche tradotto. In questo caso sono possibili due opzioni: farlo tradurre in Andorra o in Italia. Se si decide di farlo tradurre direttamente in Andorra, occorrerà richiedere di apostillare anche la traduzione così ottenuta, dato che anch’essa sarà un documento creato fuori dall’Italia. Se si decide di far tradurre il documento originale una volta arrivati in Italia, invece, non sarà necessaria la seconda apostilla, ma sarà sufficiente che la traduzione in italiano venga asseverata presso un tribunale.

Traduzioni ufficiali documenti italiani per l’uso in Andorra

Allo stesso modo, se siete in possesso di documenti emessi nel nostro paese ma che dovete utilizzare nel principato di Andorra, occorre richiedere l’apostillazione degli originali italiani rivolgendosi all’ente competente che provvederà ad apporre l’apposito timbro (generalmente sul retro del documento stesso). In particolare, dovrete rivolgervi presso:

  • Procuratore della repubblica, nel caso di atti notarili, giudiziari e dello stato civile
  • Commissariato del Governo, nel caso di atti notarili, giudiziari e dello stato civile emessi da regioni autonome o a statuto speciale
  • Prefetto, nel caso di documenti amministrativi come ad esempio certificati di stato civile, titoli di studio, copie autentiche di documenti

Come nel caso precedente, prima di poter essere effettivamente utilizzato, il documento deve essere tradotto in catalano e anche per i documenti italiani è possibile scegliere tra due soluzioni: tradurre il documento quando si è ancora in Italia o attendere di essere nel principato di Andorra. Nel caso scegliate quest’ultima opzione non saranno necessarie ulteriori apostille. Nel caso in cui invece preferiate far tradurre il documento in Italia, dovrete far apostillare anche la traduzione in catalano affinché questa acquisti valore legale anche fuori dall’Italia.

Per sollevarvi da qualsiasi incombenza, potete affidare l’intero incarico a Studio Forenix, che si occuperà per vostro conto sia di affidare la traduzione del documento a dei qualificati traduttori madrelingua, sia di far apostillare entrambi i documenti, restituendovi due versioni dello stesso documento perfettamente valide in Andorra.

Servizi di interpretariato tra parti Italia-Andorra

interpretariato Italia Andorra

Infine, qualora dobbiate partecipare a incontri aziendali, conferenze internazionali, fiere di settore o a qualsiasi alto tipo di incontro con una controparte che parli catalano, la soluzione più semplice da adottare è quella di richiedere il servizio di un interprete professionista: Studi Forenix vi viene incontro anche in questi casi, fornendo un efficiente servizio di interpretariato svolto in collaborazione con qualificati professionisti in grado di esprimersi perfettamente sia in italiano che in catalano, traducendo così nel migliore dei modi ogni vostra espressione e rendendo la comunicazione davvero semplice ed immediata.

Per ogni richiesta di informazioni o preventivi di traduzioni - interpretariato non esitate a

CONTATTARCI